By A Web Design

Cerca

direttore Pierluigi Mantini

Diritti umani

Crimini contro l’umanità ora una legge ci aiuta

Leggi tutto... Con il voto del parlamento, che adegua il nostro ordinamento allo statuto della Corte penale internazionale, abbiamo scritto una bella pagina nella storia della giustizia internazionale e di quella italiana.

La legge approvata riunisce tre proposte di legge, tra le quali anche la mia. Se non avessimo approvato l’adeguamento allo Statuto della Corte penale internazionale, non avremmo avuto alcuna voce in capitolo nei riguardi dei crimini contro l’umanità.

Se per esempio Gheddafi fosse fuggito in Italia, senza questa legge non avremmo avuto alcuno strumento giuridico per sottoporlo a un procedimento giudiziario.

Leggi tutto...

Gaza - audizione di Terzi alle Camere

Leggi tutto... Con scontri prolungati conseguenze umanitarie inaccettabili

"Un prolungarsi o deteriorarsi dello scontro avrebbe conseguenze inaccettabili sul piano umanitario, ma anche sulla stabilità della regione e dell'area mediterranea". Lo ha detto il ministro Giulio Terzi, riferendo alle Commissioni Esteri congiunte sulla situazione a Gaza, sottolineando che "con le primavere arabe le leadership regionali sono oggi più sensibili alla propria opinione pubblica".

Leggi tutto...

Attività del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite

Leggi tutto... 

Il Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite ha esaminato il rapporto della Commissione d’Inchiesta sulla Siria, così come stabilito dalla risoluzione 19/22 del 23 marzo 2012, nella quale il Consiglio aveva esteso il mandato alla Commissione d’Inchiesta sulla Siria formata in base alla risoluzione S-17/1 del 22 agosto 2011. La Commissione, impossibilitata ad accedere al paese, ha dovuto limitarsi ad intervistare i fuoriusciti.

Il rapporto ha evidenziato un significativo peggioramento della situazione dei diritti umani in Siria e ha riconosciuto il governo siriano e gli Shabbiha responsabili di crimini contro l’umanità per omicidio e tortura, crimini di guerra e pesanti violazioni dei diritti umani.

Leggi tutto...

Nella miseria di Zaatri, tra gli affamati in fuga dalle bombe di Assad

Leggi tutto... Il campo profughi costruito nel nulla del deserto giordano dove i rifugiati arrivano in centinaia a piedi nudi

Non chiamatelo campo: Zaatri, la grande tendopoli costruita nel nulla del deserto giordano, è già una città. Tre mesi fa non esisteva. Ora ha le prime strade con la ghiaia e l’asfalto, i pali della luce, qualche cucina collettiva, è il sogno proibito e l’incubo legalizzato di chi, nelle notti senza luna, scavalla i cinque passaggi lungo i 370 chilometri del confine: offre la salvezza, una tenda, ogni due settimane uno scatolone con la pasta, il tonno e la salsa di pomodoro, l’attesa su una landa sterminata che s’arroventa di giorno e raggela la sera.

Leggi tutto...

L'altra Europa delle schiave del sesso

Leggi tutto... Tre quarti delle persone vittime del traffico di esseri umani sono oggetto di sfruttamento sessuale. Le donne sono il 79% del totale, e il 12% di queste sono ragazze minorenni, 2 su 10 sono maschi (Fonte Ue) 

I numeri sono allineati sul tavolo davanti a Cecilia Malmström, commissaria europea agli Affari interni: «Tre quarti delle persone vittime del traffico di esseri umani sono oggetto di sfruttamento sessuale. Le donne sono il 79% del totale, e il 12% di queste sono ragazze minorenni. Uomini e ragazzi rappresentano il restante 21%». Questa, dunque, è l’Unione Europea agli inizi del ventunesimo secolo.

Leggi tutto...

Padre Dall’Oglio: “Vi racconto la mia Siria”

Leggi tutto... Il padre gesuita che ha vissuto in Siria per più di trent'anni chiede all'Onu di intervenire per interrompere il massacro

Nonostante sia tornato in Italia da alcuni mesi, Padre Dall’Oglio usa il presente per parlare della sua esperienza in Siria, quasi per esorcizzare la paura di non rivedere più la sua patria d’adozione.

Il gesuita ha passato trent’anni in questo Paese per portare avanti il dialogo tra cristiani e musulmani e restaurare, insieme ad alcuni amici, il monastero di Mar Musa, un convento tra le montagne che conserva preziosi affreschi antichi.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 4